skip to Main Content
La Rocciata Di Assisi

La Rocciata di Assisi

 

In questi giorni di fine autunno, quando le giornate si accorciano,  stare in cucina non è più solo un lavoro, ma anche un piacere.

E così ne approfittiamo per provare nuove ricette e sperimentare nuovi menu da proporvi.

In questi giorni ho recuperato la ricetta di un dolce antico e tipico umbro che è ricco dei sapori e profumi dell’autunno ma che ben si presta anche al periodo delle feste di Natale e l’ho personalizzata con alcuni ingredienti a me cari (zenzero e chiodi di garofano).

Essendo un dolce adatto a questa stagione è particolarmente ricco dal punto di vista energetico e nutritivo, pur avendo ingredienti molto semplici e frugali.

Assomiglia allo strudel ma il nome “ Rocciata” fa già intuire che la consistenza del dolce è molto più compatta e solida.

Ingredienti per la sfoglia

250 gr farina (meglio se di media forza), 150 gr acqua, un cucchiaio di olio evo, un pizzico di sale.

Ingredienti per il ripieno

Zucchero di canna, cacao, cannella, buccia di ½  limone (mi raccomando bio), manciate di frutta secca ( noci, pinoli, mandorle, nocciole…) , 3 – 4 mele, una manciata di uva sultanina e mezzo bicchiere di vin santo.

Io ho aggiunto un tocco “natalizio” aggiungendo anche pezzettini di zenzero e chiodi di garofano schiacciati col mortaio, ma non me ne vogliano i tradizionalisti!

Procedimento

Impastare gli ingredienti per la sfoglia fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.

Copritelo con la pellicola trasparente  e lasciate riposare mezz’ora almeno.

Nel frattempo preparate la frutta, tagliate le mele a piccoli dadini e rompete grossolanamente le mandorle e le nocciole e amalgamatele col vin santo.

A questo punto stendere l’impasto col mattarello fino ad ottenere una sfoglia finissima e spolverarla con zucchero di canna, cannella, cacao, una grattugiata della buccia di mezzo limone e poi la frutta preparata.

Si arrotola poi la sfoglia e una volta ottenuto il serpente le si può dare la caratteristica forma a C.

Spennellare la superficie con dell’acqua e cospargere con zucchero di canna.

Cucinare in forno a 200°C per 25 -30 minuti fino a che diventa croccante e dorata. La parte interna deve rimanere umida

Noi l’ abbiamo provata e ci è piaciuta moltissimo, provatela e fateci sapere come è andata.

Se volete limitare i danni dal punto di vista delle calorie fate come ho fatto io, una bella passeggiata nel bosco a cercare noci e nocciole!

E se non avete un bosco a portata di piede venite a trovarci e la Rocciata ve la prepariamo noi!

Alla prossima!!!

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi