skip to Main Content
Un Rospo Per Amico

Un rospo per amico

 

Ci capita spesso, dopo una giornata di pioggia, di trovare nel prato dei rospi.

Se ne stanno lì, immobili, con i loro occhioni sgranati, pensando forse di essere bene mimetizzati tra le pietre e l’erba.

Allora li raccogliamo e li portiamo allo stagno che abbiamo realizzato vicino all’orto, una pozza di acqua con fango e terra, erbe e fiori, ombreggiata da alti fusti, che a loro piace moltissimo.

Accade allora, in estate, quando la sera innaffiamo le piantine e le verdure, tra gli schizzi d’acqua, che decine di rospetti saltellino qua e là.

Così facendo, anno dopo anno, si sono dimostrati preziosi alleati nella lotta biologica, essendo ghiotti di insetti infatti proteggono le nostre colture dagli assaggi di lombrichi e lumachine.

E poi, nelle sere d’estate, ci allietano con il loro gracidare.

Assieme alle cicale e ai grilli, e alle loro cugine rane, sono il sottofondo della stagione calda, una costante musica che fa da colonna sonora alle nostre giornate.

Da tempi lontanissimi gli animali hanno un significato simbolico ed archetipo  che ci ha aiutato a decifrare la natura, a darle un significato, e sono poi diventati protagonisti di fiabe e leggende che ci hanno influenzato fin dalla più tenera età.

In molte culture l’immagine del rospo era associata a rituali volti a provocare la pioggia nei periodi di siccità, ma anche ad attirare ricchezza e prosperità.

Invece il suo veleno, che alcune popolazioni indigene utilizzano intingendone le frecce nella caccia, ha contribuito alla nascita della leggenda che vuole  il rospo associato alla figura della strega che si avvaleva della sua tossina per uccidere o storpiare i nemici.

Insomma, da essere ritenuto nel medioevo simbolo del male, compagno di megere, o invece in Cina considerato un attributo del dio della ricchezza, ad essere visto come un animale repellente per la sua pelle fredda e dura, addirittura responsabile di creare verruche e piaghe, oggi questo piccolo anfibio dovrebbe essere maggiormente tutelato ed apprezzato.

E questo lo fanno moltissimi volontari,che, durante il periodo della riproduzione, aiutano queste creaturine ad attraversare le strade, dove in primavera migliaia di loro troverebbero la morte ogni anno cercando di raggiungere fonti di acqua dove poter deporre le uova.

Insomma, piccoli gesti come questi, fanno una grande differenza.

E allora aiutiamo i rospi che hanno bisogno di noi, per superare le strade asfaltate e le barriere fisiche per cui non sono equipaggiati  e noi facciamoci aiutare da loro a superare i  nostri confini mentali dell’ignoranza, del pregiudizio e  del disgusto verso il diversamente bello.

E poi, se ci scappa un bacio… chissà

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi